Glossario meteorologico 

Home
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWX Y Z

Cuscinetto freddo

Il "cuscinetto" o, meglio, "cuscinetto freddo" è uno strato d'aria fredda e, per questo, relativamente più pesante, che si adagia al suolo in seguito a un'avvezione fredda durante la stagione invernale.
In seguito a un cambio di circolazione atmosferica, mentre si assisterà, in generale, a una notevole ascesa delle temperature in seguito al sopraggiungere di aria più mite e, solitamente, più umida, nelle zone sulle quali insiste il cuscinetto si assisterà viceversa al perdurare del gelo accompagnato, talvolta, da copiose nevicate.
In questi casi, infatti, lo stato d'aria relativamente più calda non è in grado di scalzare quello più freddo sottostante che rimane imprigionato da barriere orografiche.
Tale situazione è tipica della Pianura Padana occidentale quando in inverno, dopo un'irruzione di aria fredda dalla Penisola Balcanica il gelo rimane imbrigliato tra l'Appennino settentrionale e le Alpi. Al successivo sopraggiungere dello scirocco dal versante adriatico si assisterà ad un progressivo rialzo termico (in particolare in Veneto e Romagna) mentre in Piemonte e nella parte più occidentale di Lombardia ed Emilia il termometro si manterrà su valori decisamente bassi con possibilità di abbondanti nevicate. Con il passare delle ore il confine tra neve e pioggia tenderà ad avanzare verso Ponente ma capita spesso che in alcune zone, come ad es. il cuneese, il cuscinetto sia così coriaceo da persistere per tutta la durata della fase perturbata per poi tornare a consolidarsi con il ritorno dell'alta pressione.
La Pianura Padana occidentale non è la sola zona del nostro paese interessata dai cuscinetti freddi anche se va detto che altrove si presentano con una minore intensità e durata.

Ultima modifica: 2014-10-13 22:20:02
<- Torna alla pagina principale