Glossario meteorologico 

Home
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWX Y Z

Lake effect snow (neve da effetto lago)

Evento nevoso causato, nella zona costiera sottovento, dal sopraggiungere di una massa d'aria fredda su di una superficie lacustre di notevoli dimensioni caratterizzata da temperature relativamente miti.
L'elevato contrasto termico tra la superficie lacustre e la colonna d'aria sovrastante, infatti, determina il sollevamento di aria relativamente più calda e umida che, raffreddandosi rapidamente, da luogo alle precipitazioni nevose.
L'effetto lago più famoso del pianeta è quello che interessa, talvolta, soprattutto a fine autunno, la regione dei Grandi Laghi in America Settentrionale dove si possono verificare nevicate eccezionali con accumuli di diverse decine di centimetri di neve in poche ore.
Il manifestarsi e l'intensità del fenomeno dipendono però da una serie di fattori a partire dalla differenza di temperatura al variare dell'altitudine.

Gradiente termico verticale

Una differenza di temperatura di almeno 13°C tra il suolo e la quota corrispondente alla pressione di 850hPa (ovvero, più o meno a 1500m di altitudine), fornisce instabilità ed energia sufficienti per il verificarsi del lake effect. Ovviamente, al crescere del gradiente crescerà anche l'intensità, del fenomeno.

Fetch

La distanza percorsa dall'aria al di sopra del lago è denominata fetch. Data la superficie irregolare dei laghi, tale distanza varierà notevolmente in base all'angolazione dei venti. Tipicamente le nevicate da effetto lago richiedono un fetch di almeno 100 km e, ovviamente, al crescere di tale distanza crescerà anche l'intensità dei fenomeni attesi.

Wind shear

In termini di shear direzionale le condizioni più adatte si verificano con valori di shear tra il suolo e l'altezza corrispondente alla pressione di 700 hPa inferiori a 30°. La differenza di velocità dei venti alle suddette quote dovrebbe, inoltre, risultare inferiore ai 40 nodi (74km/h).

Umidità

Il livello di umidità dell'aria in ascesa è un altro fattore critico.

Quadro sinottico

La curvatura del flusso d'aria in arrivo con riferimento alla configurazione barica su grande scala ha un impatto diretto sulla vorticità relativa determinando una maggiore o minore propensione alla ciclogenesi.

Orografia

La presenza di rilievi montuosi nella zona sottovento del lago disposti pressochè verticalmente rispetto ai venti in arrivo, a causa dell'effetto stau, determina un drastico aumento dell'entità precitazioni.

Le zone maggiormente interessate dal fenomeno del lake-effect snow

In inglese: Lake-effect snow
In spagnolo: Nevada por efecto lacustre
In tedesco: Lake effect
In olandese: Warmwatereffect

Ultima modifica: 2015-01-26 23:21:49
<- Torna alla pagina principale