Glossario meteorologico 

Home
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWX Y Z

Minimo di Maunder

Periodo storico, iniziato approssimativamente nell'anno 1645 e conclusosi nel 1715 circa, caratterizzato da livelli dell'attività solare estremamente ridotti.
Le osservazioni sistematiche effettuate dagli astronomi Gian Domenico Cassini (primo direttore dell'Osservatorio di Parigi) e Jan Heweliusz (noto col nome latinizzato di Johannes Hevelius) rilevarono, già all'epoca, un numero di macchie solari estremamente ridotto. Non vi era, però, la consapevolezza dell'eccezionalità del fenomeno dato che non esistevano serie storiche sufficientemente lunghe e continue riguardanti il numero di macchie solari osservate. Solo nel 1893, l'astronomo Edward Walter Maunder annunciò la scoperta di questo periodo di particolare debolezza dell'attività solare basandosi sull'esame delle antiche registrazioni.
Analoghe conclusioni, sono state raggiunte, in anni più recenti, da studi basati sull'analisi degli accumuli di radiocarbonio (carbonio-14) nei materiali organici fossili e dei livelli di concetrazione del berillio cosmogenico (10Be) nei ghiacciai.
Questo settantennio ha coinciso con un periodo caratterizzato da temperature medie annue decisamente basse anche se confrontate al lungo periodo relativamente freddo che va dal 1350 al 1950 circa noto col nome di Piccola era glaciale (PEG). Proprio in questo intervallo temporale cadde, non a caso, il freddissimo inverno del 1708-09 considerato l'inverno europeo più rigido degli ultimi 5 secoli.

In inglese: Maunder Minimum, prolonged sunspot minimum
In spagnolo: Mínimo de Maunder
In tedesco: Maunderminimum
In francese: Minimum de Maunder
In olandese: Maunderminimum

Ultima modifica: 2013-10-01 16:27:56
<- Torna alla pagina principale