Glossario meteorologico 

Home
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWX Y Z

Nevischio

La definizione più corretta di questo termine, almeno in ambito strettamente meteorologico, fa riferimento a una precipitazione solida formata da fiocchi di dimensioni molto ridotte e di debole intensità.
Tuttavia nella lingua italiana il termine nevischio è utilizzato anche per indicare una precipitazione formata da pioggia mista a neve, fenomeno per il quale sarebbe più corretto utilizzare il termine di acquaneve.
I granellini che formano il nevischio hanno un diametro dell'ordine di un millimetro o anche meno e presentano una densità maggiore rispetto ai fiocchi di neve. Per tale motivo tali fiocchi cadono più velocemente rispetto a quelli della neve e, a differenza di quanto avviene per i chicchi di neve tonda, cadendo non rimbalzano né si frantumano ma vanno a formare un accumulo al suolo uniforme ma di spessore modesto.
Il nevischio non è altro che l'equivalente solido della pioviggine e, dunque, si verifica in presenza di nuvolosità stratiforme. In inglese, tale termine, include anche il fenomeno della neve chimica, analoga precipitazione che, però, trae origine dalla nebbia.
Il codice METAR del nevischio è SG, sigla che sta per snow grains (neve granulosa).

Simbolo del nevischio

Nelle carte meteorologiche il nevischio è rappresentato da un triangolo isoscele con il vertice rivolto verso l'alto intersecato da un segmento parallelo alla sua base:
Simbolo del nevischio

In inglese: Snow grains
In spagnolo: Gránulos de nieve, cinarra
In tedesco: Schneegriesel
In francese: Neige en grains
In olandese: Motsneeuw

Ultima modifica: 2016-01-19 17:15:22
<- Torna alla pagina principale